progetti SPRAR

progetti SPRAR

localizzazione beneficiari sul territorio

localizzazione beneficiari sul territorio

COSA

La cooperativa CrescereInsieme di Acqui Terme è ente gestore de:

  • il progetto “Pegaso” della Provincia di Alessandria, che accoglie 102 persone nei Comuni di Casale Monferrato, Cassine, Rivalta Bormida, Bistagno, Mirabello Monferrato e Occimiano;
  • il progetto “Ponte” del Comune di Alice Bel Colle (AL), che accoglie 21 persone nel Comune stesso.
  • il progetto “CISA AT-sud” del Consorzio Socio Assistenziale Cisa Asti Sud, 25 persone, per lo più nuclei famigliari, nei Comuni di Canelli, Calosso, Moasca e Calamandrana.

I summenzionati progetti sono inseriti all’interno dello SPRAR (Servizi di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati ) del Ministero dell’Interno e sono finalizzati all’accoglienza, integrazione e tutela dei richiedenti asilo e rifugiati. I progetti, in rete con altri Enti ed Istituzioni pubblici e privati del territorio garantiscono servizi di vitto, alloggio, orientamento ai servizi sanitari di base, corsi di alfabetizzazione e formazione professionale, orientamento al mercato del lavoro e ricerca di soluzioni abitative.

Il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR) è costituito dalla rete degli enti locali che accedono, nei limiti delle risorse disponibili, al Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo.

Che cos’è lo SPRAR?

A livello territoriale gli enti locali, con il prezioso supporto delle realtà del terzo settore, realizzano progetti di accoglienza integrata per richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale.

Essi superano la sola distribuzione di vitto e alloggio, ed anzi prevedono in modo complementare anche misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico.

Le caratteristiche principali del Sistema di protezione sono:

  • il carattere pubblico delle risorse secondo una logica di governance multilivello;
  • la volontarietà degli enti locali nella partecipazione alla rete dei progetti di accoglienza;
  • il decentramento degli interventi;
  • le sinergie avviate sul territorio con i cosiddetti “enti gestori”, soggetti del terzo settore che contribuiscono in maniera essenziale alla realizzazione degli interventi;
  • la promozione e lo sviluppo di reti locali, con il coinvolgimento di tutti gli attori e gli interlocutori privilegiati per la riuscita delle misure di accoglienza, protezione, integrazione in favore di richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale.

 

A differenza del panorama europeo, in Italia la realizzazione di progetti SPRAR di dimensioni medio-piccole, ideati e attuati a livello locale, con la diretta partecipazione degli attori presenti sul territorio, contribuisce a costruire e a rafforzare una cultura dell’accoglienza presso le comunità cittadine e favorisce la continuità dei percorsi di inserimento socio-economico dei beneficiari.

CONTATTI

Presso la sede di CrescereInsieme ad Acqui Terme:

Via Togliatti 3, Acqui Terme (AL)

0144-57339

Presso la sede di CrescereInsieme a Canelli:

C.so Libertà 69, Canelli(AT)

0141-768776

 

Ultimo aggiornamento/verifica di questa pagina: 24/04/2018

www.crescere-insieme.it

www.crescere-insieme.it

SUCCEDE in CrescereInsieme